Mi è capitato ultimamente di parlare di narrativa interattiva con interlocutori scettici sull’argomento. In queste discussioni mi viene spesso chiesto di documentare esempi virtuosi di narrativa interattiva.

Questo breve post nasce come memo, una specie di bibliografia personale di testi che ho personalmente letto e che – per motivi differenti tra di loro – includo tra gli esempi interessanti di narrativa interattiva. Molti di questi testi non sono digitali, perché imho la natura interattiva del narrare non è propria del contenitore fisico della storia, ma piuttosto è introdotta e sviluppata da tutta la strumentazione retorica. Ho prediletto testi in lingua italiana, o tradotti in italiano, ma sono presenti anche esempi internazionali. Mi sono permesso una sola citazione dalla collana di narrativa interattiva che curo per Quintadicopertina: citazione che è comunque rappresentativa del lavoro svolto anche negli altri testi. L’elenco – del tutto incompleto – verrà arricchito di tanto in tanto.

Carta

  • Infinite Jest, David Foster Wallace {interazione: ricomposizione piani temporali; mappatura relazione personaggi; gestione importanza e gerarchia accesso alle note}
  • Tre Tristi Tigri, Guillermo Cabrera Infante {interazione: ricomposizione piani temporali; associazione io narrante-personaggi; gestione link esplicitato nel testo; interpretazione pagine grafiche (speculari, nere, cancellate, etc.)}
  • Aurum Tellus, Gavino Ledda {interazione: gestione materiale grafico-testuale (formule chimiche, pentagrammi, alfabeto greco, segni); gestione e associazione materiale fotografico; gestione e interpretazione materiale fisico (fori nelle pagine, pagine incollate, etc)}
  • Tree of Codes, Jonathan Safran Foer {interazione: lettura di pagina con visione parole che appariranno nelle successive; ricomposizione testo all’interno delle pagine forate; contrasto tra ciò che è rimasto e ciò che è stato tolto}
  • In balia di una sorte avversa, B. S. Johnson {interazione: gestione del mescolamento delle sezioni temporali e lettura casuale; ricomposizione dei piani temporali}
  • Il gioco del mondo, Julio Cortázar {interazione: scelta del percorso di lettura; confronto tra i diversi percorsi; rilettura di stessi atomi di testi a gradi differenti di conoscenza della storia}
  • Fuoco Pallido, Nabokov Vladimir {interazione: gestione relazione e importanza tra poema in versi e commenti agli stessi}
  • In viaggio verso Creta; Alla corte di Minosse; Il ritorno, John Butterfield, David Honigmann, Philip Parker {interazione: storie a bivio in ambientazione gioco; rilettura con variazioni di storia; bilanciamento scoperta/abbandono del testo}
  • Sfida per il trono, Martin Allen, Andrew Chapman {interazione: storie a bivio con lettura collettiva; le azioni di un lettore/giocatore influiscono sul secondo lettore; la fabula ha accessi diversi a seconda del libro con si la si legge}

Digitale

  • Flamel, Francesco Cordella {interazione: interactive fiction con elementi di gioco alternati a parti più prettamente letterarie}
  • Cuore à la coque, Mauro Mazzetti {interazione: accesso ai singoli romanzi dell’iperromanzo collettivo; mappatura delle zone narrative; confronto e correlazione singole fabule}
  • The Unknown, William Gillespie, Frank Marquardt, Scott Rettberg, Dirk Stratton {interazione: ricognizione del tessuto narrativo; gestione dei percorsi interattivi; gestione materiali non testuali (audio)}
  • Today I Die, Daniel Benmergui {interazione: riconoscimento elementi arcade; gestione parti testuali per modificare il gameplay}
  • Inanimate Alice, Kate Pullinger, Chris Joseph {interazione: interazione ambienti grafici; partecipazione testuale ad elementi multimediali}
  • The Gate, Tempus et alia {interazione: partecipazione al motore narrativo/ludico con interpretazione del personaggio; socializzazione con altri personaggi}
Annunci