Ho iniziato a collezionare sul mio sito i link ad alcuni videogiochi on-line incontrati in questi ultimi anni che rappresentano forme assolutamente interessanti di forme ludiche borderline: videogioco come forma d’arte, di denuncia sociale, di meta-videogioco. A volte divertenti, a volte volutamente ingiocabili. Talvolta tratti da classici della letteratura come Aspettando Godot o Il grande Gatsby, a volte parodie della forma videogioco stessa, come You have to burn the rope, a volte strumenti di visione del sociale come Every day the same dream, a volte riflessioni nerd sulla natura della narrazione ludica, come Pac-txt, traduzione del pac-man da arcade a text-adventure, o pure forme d’arte, come Journaliere o Nothing 33. Di alcuni (il bellissimo Today I die) ho già scritto in questo blog, ma tutta la lista mostra un ambiente di sviluppo indie e autorale davvero degno di nota. Divertitevi, se vi pare.

Advertisements