I wrote a little picture using svg, I called it A.L.G.I.S.
I build the picture like a simple interactive click and go adventure, in ’80 graphic adventure style, using the view, fragment identifier and some basic animation. It’s is only a svg file, no javascript or other code.
I used Libreoffice to build the master plan, after I manually add the click and go tags and additional graphs. It was interesting to think a graphical game without use of variables or code, trying to emulate the spirit of graphic adventure I played in ’80, like Mystery House or Escape From Rungistan. And is was nice to play inside a world, moving from place to place, using coordinates and zoom.
I try to fit the adventure in ebook format too, like ePub, but the support for fragmental identifier is too poor: need to re-project the game as separate svg images. I hope A.L.G.I.S. could be useful to understand and love the svg format. Make your own adventure.

Ho scritto un semplice disegno usando SVG, un interessante XML per costruire immagini vettoriali. Il disegno, intitolato A.L.G.I.S., si presenta come una piccola avventura grafica interattiva punta e clicca sfruttando il viewBox di svg e i link basati su fragment identifier. In pratica si tratta di un grosso disegno interattivo, in cui si naviga zommando tra i vari elementi del disegno stesso. La grafica, molto semplice, è un omaggio alle prime avventure grafiche anni ottanta, che utilizzavano, per motivi legati alla memoria, una tecnologia per alcuni aspetti simile. Tecnicamente il disegno principale è stato fatto con Libreoffice, esportato in svg e poi lavorato a mano per aggiungere elementi, animazioni e il movimento all’interno del disegno. Non ci sono elementi di codice, niente javascript o altro: è puro svg. Mi sarebbe piaciuto utilizzare la stessa tecnica per una versione ePub, ma il supporto dei fragment identifier è troppo povero, bisognerebbe riprogettare tutto come singoli disegni svg (il che è meno affascinante per certi aspetti). Spero che A.L.G.I.S. possa essere utile per capire meglio le potenzialità di svg e per avere un supporto migliore delle specifiche, specie quando rinchiuse nei formati per ebook reader. Buona avventura.

Thanks to Veggero, Simone Edoardo and Enrico Colombini.

Advertisements