{Parto per un viaggio e mi chiedo cosa mi porto dietro, un libro, una libreria, un modo di leggere e di fare. Alla fine mi porto dietro anche un libro (di carta) e un linguaggio di programmazione. Mi vedo nello stesso modo a mettere la testa dentro al libro o dentro al codice del linguaggio di programmazione. L’eseguibile è un modulo dell’intelligenza, quanto la parola stampata. Vedremo /l’ebook del futuro/ quando non sarà più /book/}

{Perché nelle mie docenze insegno a come marcare semanticamente il testo invece che usare un programma di conversione. Perché non si può convertire dal /piatto/ all’/arricchito/. L’arricchimento del testo /è/ digitalizzare un testo, non impaginarlo o renderlo un ebook. Digitalizzare significa fare scelte, aumentare la profondità: significa fare un lavoro culturale. E dà libertà, idee e potenza. Non è come infilare un foglio in un fax e aspettare che venga spedito. Se fosse così, allora bisogna imparare a alzare la cornetta, fare il numero e appena si sente la portante, iniziare a fischiettare. E spedire così il fax}

{A me sta bene la complessità se è intelligente e coerente ai mezzi. Oggi non lo è. Se si vogliono usare sistemi di taggatura leggeri (o non usarli affatto) per non rallentare il passaggio dal cartaceo al digitale, avremo prodotti digitali vecchi. È quello che sta succedendo oggi a colpi di SPAN, fori nelle specifiche e supporti indecorosi da parte degli ebook reader. Se si vuole cogliere la palla al balzo per avere testi, non solo digitalizzati, ma pienamente digitali, semantici, interrogabili, non si può andare avanti con queste copertine troppo corte, epub:type, microdata e gli sparuti elementi semantici di html5: sono soluzioni a breve/medio termine. Sono soluzioni il cui paradosso cresce mano mano che passano gli anni quando esistono già XML orientate alla struttura di testi come DOCBOOK o TEI. Queste specifiche povere saranno quelle applicate perché sono dipendenze dell’unica vera applicazione XML di oggi e di domani che è /la rete/. Ma a furia di vaticinare l’ebook del domani, ci stiamo giocando l’ebook di oggi}

Annunci